Gayburg oscurato da Google ~ Notizie gay dal mondo

viaggiare, esplorare, ascoltare, sentire...

Iscriviti con un click

Translate

martedì 5 gennaio 2016

Gayburg oscurato da Google

Gayburg Ã¨ uno dei siti più attivi nella difesa dei diritti civili delle persone omosessuali. Per questo motivo qualche tempo fa si era guadagnato una denuncia da parte di Antonio Brandi e Francesca Romana Poleggi rispettivamente Presidente e legale rappresentante dell’Associazione Pro Vita che sono soliti definire Gayburg un “sito omosessualista“. Sì, quelli che si schierano a difesa della famiglia “naturale” contro la famigerata ideologia gender e che per farlo diffondono bufale sulla legge Cirinnà. Googla ha deciso di “oscurare” parzialmente il sito in seguito ad alcune segnalazioni ricevute da Google da parte degli utenti.

Content warning
gayburg.blogspot.com/
Content Warning. Some readers of this blog have contacted Google because they believe this blog's content is objectionable. In general, Google does not ..
gayburg google oscuramento - 1


Gayburg infatti è ospite della piattaforma di blogging Blogspot (ora Blogger) che è di proprietà della società di Menlo Park. Pertanto Gayburg, come tutti i siti ospitati dal Blogger è tenuto a rispettare le regole stabilite da Google che in seguito alle segnalazioni ha deciso di limitare la visibilità del sito. Non apparirà quindi su Google News, ai visitatori verrà mostrato un disclaimer nel quale li si avvisa che i contenuti del sito “sono discutibili” ed infine non sarà più possibile condividere gli articoli di Gayburg su Facebook. Un duro colpo alla visibilità del sito che quindi potrà essere letto con più difficoltà. Di fatto si tratta di una forma di censura. Il blog continua ad esistere e a essere leggibile, ma viene trattato alla stregua dei siti che contengono materiale pornografico. Nelle comunicazioni avvenute tra il gestore del sito e Google si apprende che per poter eliminare il blocco Gayburg dovrebbe cambiare la sua linea editoriale evitando di farne pubblicità a persone non omosessuali che non gradiscono la pornografia omosessuale. A parte il fatto che il sito non ha contenuti per adulti (al massimo qualche contenuto “frivolo” come ce ne sono ovunque anche sulle più prestigiose testate giornalistiche), non si capisce in che modo parlare unicamente agli omosessuali (consentendo loro di fare ooh e ahh come dice Google) possa aiutare la causa della difesa dei diritti civili. Né si capisce come mai e con che diritto Google possa sindacare sulle scelte editoriali imponendo una sua linea per un sito sui diritti dei gay e decidendo che questa linea deve essere quella di aiutare gli eterosessuali a capire le discriminazioni patite dai gay.
gayburg google oscuramento - 2
In particolare lo staff punta il dito contro tre post recenti:
gayburg google oscuramento - 4
Poche le alternative offerte da Google, e anche quelle al di fuori del sistema della piattaforma Blogger sono difficilmente percorribili nel breve periodo. Gayburg potrebbe acquistare un dominio e diventare un sito a sé stante, ma il rischio è quello di perdere l’indicizzazione dei post (quella che rimane dopo il blocco) faticosamente costruita articolo dopo articolo in dieci anni di lavoro. Per tentare di far cambiare idea a Google, che ricordiamo è un’azienda che ha sempre sostenuto i diritti degli omosessuali e che si proclama gay-friendly, è stato lanciato l’hashtag #FreeGayburg, ma sappiamo che queste cose servono a poco in queste situazioni. La cosa davvero divertente è che per accedere ad un altro sito ospitato da Blogger, omosessualitaeidentita, affiliato ad associazioni come il Narth che tratta l’omosessualità come una malattia non è necessario superare nessun tipo di avviso riguardo i contenuti.
Share:

0 commenti:

Posta un commento

IN PRIMO PIANO

Kindle consigliati

Iscriviti alla newsletter

Informazioni personali

La mia foto
Sono un giovane blogger, classe '90, con la passione per il cinema, i libri, i viaggi e l'attualità.
Notizie Gay dal Mondo nasce dal desiderio di aprire un dialogo che non sia unidirezionale e di comunicare attivamente con i lettori.
Vuoi sostenere il mio lavoro di blogger? In caso ti faccia piacere visita https://www.patreon.com/damianodario (Ogni contributo è importante, anche un solo euro!)